Babka (treccia Russa)

Qualche giorno fa ho incontrato un’amica che non vedevo da tempo, oltre alle mille chiacchiere e alle risate, che come sempre ci siamo fatte, mi ha parlato del suo recente viaggio di lavoro in Polonia. Ad un certo punto si interrompe bruscamente e mi dice, con i suoi soliti urletti che mi fanno morire di spavento ogni volta: “Fraaaaa ho mangiato una cosa strabuonissima, una brioche soffice soffice intrecciata, ripiena di cioccolato e cannella, ti prego me la devi fare…si chiama Babka”.
Dopo due minuti ero già alla ricerca di ricette e dopo aver fatto un mix di tutte quelle che ho trovato e sostituendo alcuni ingredienti, posso finalmente presentarvi questa meravigliosa treccia di brioche, che io chiamo anche treccia russa.
Dunque, da dove posso iniziare per descrivervi quanto è buona? Di sicuro comincio dicendovi che durante la cottura emana un profumino che è qualcosa di meraviglioso, vi giuro che io in vita mia, mai avevo sentito un odore così buono sprigionarsi dal mio forno!
Il Babka al taglio è davvero uno spettacolo, sofficissima ma allo stesso tempo con una crosticina superficiale biscottata, speciale per la colazione, inzuppata nel latte caldo, o per merenda.
Elisa quando ha assaggiato la mia versione vegetale mi ha abbracciata ed era decisamente felice di poter gustare quel dolce che tanto aveva apprezzato durante il suo viaggio.
Allora volete impastare e intrecciare con me un Babka? Sono sicura che quando sentirete il suo profumo mi ringrazierete!

DifficoltàMedia

Il Babka è una torta lievitata realizzata con un impasto simile a quello della brioche, questo lievitato dolce ha origini polacche molto antiche, e viene preparato soprattutto durante le festività. E' divenuto molto popolare in tutta l'Europa e anche in America. Soffice e golosissimo, viene tradizionalmente farcito con cioccolato e cannella ed è molto adatto per la colazione, il brunch o la merenda!

Dosi per:8 porzioni
Preparazione9 oreCottura30 minutiTempo totale9 ore 30 minuti
BABKA Ingredienti:
Per l'impasto:
 200 g di farina tipo 0/1
 120 g di latte vegetale
 55 g di zucchero integrale di canna
 40 g di lievito madre rinfrescato/2 g di lievito di birra
 40 g di latte di soia
 30 g burro di soia/margarina vegetale/20 g di olio di oliva
 5 g di sale
 4 cucchiai di yogurt di soia
 1/2 bacca di vaniglia (semi)
Per il ripieno
 3 cucchiai di gocce di cioccolato fondente
 3 cucchiai di noci pecan
 1 cucchiaio di margarina/burro di soia
 1 cucchiaio di zucchero di canna
 cannella a piacere
BABKA Procedimento:
1

Iniziamo preparando il nostro lievitino: in una ciotolina mescoliamo 50 g di acqua minerale e 50 g di farina e i 2 grammi di lievito, copriamo e lasciamo raddoppiare di volume (circa 2 ore)
Se invece vogliamo procedere con il nostro lievito madre rinfreschiamolo: dovrà essere utilizzato al raddoppio/collasso.
 

2

Una volta pronto il lievito madre/lievitino setacciamo la farina nella planetaria o in una ciotola (se impastiamo a mano), uniamo lo zucchero, il lievito madre/lievitino, il latte vegetale e impastiamo fino ad ottenere un composto omogeneo, a questo punto iniziamo a inserire anche yogurt e il burro vegetale (poco alla volta). Quando sarà ben incorporato anche quest'ultimo uniamo anche vaniglia e sale.
Portiamo quindi a incordatura.
 

3

Una volta che l'impasto sarà incordato, versiamolo sulla spianatoia, formiamo una palla con le mani (pirlatura), mettiamolo in un contenitore leggermente unto e lasciamo lievitare l'impasto del nostro Babka fino al raddoppio di volume (circa 4 ore).
 

4

Una volta raddoppiato di volume, ribaltiamo l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e stendiamolo con le mani a forma rettangolare.
 

5

Spalmiamo quindi il Babka con margarina vegetale, cospargiamo con le noci pecan tagliate a coltello, le gocce di cioccolato fondente, lo zucchero di canna e spolveriamo leggermente di cannella (se ci piace).
 

6

Arrotoliamo quindi il nostro Babka proprio come se fosse un "rotolo", nel senso della lunghezza, senza stringerlo troppo.
 

7

Ora con un coltello a lama seghettata, tagliamo a metà il rotolo (sempre nel senso della lunghezza), lasciandone un'estremità unita per circa 4 centimetri.
Intrecciamo fra loro le due estremità ottenute.
 

8

Foderiamo uno stampo da plumcake con carta da forno e poniamo all'interno il Babka, copriamolo con pellicola (o un sacchetto per alimenti) e facciamolo nuovamente raddoppiare di volume.
 

9

Quando il nostro Babka sarà quasi raddoppiato di volume anche nella forma, preriscaldiamo il forno in modalità statica a 180°.
 

10

Raggiunta la temperatura del forno, spennelliamo il nostro Babka con un pochino di latte vegetale.
 

11

Inforniamo e cuociamo per 30 minuti, fino a doratura.
 

12

Sforniamo, facciamo raffreddare il Babka su una gratella.
Ti invito a dare un'occhiata anche a un altro dei miei lievitati dolci: Il Buchteln, sono sicura che ti piacerà!
 

BABKA Consiglio:
13

Se vogliamo una brioche bella lucida come quella in foto, ci basterà preparare in casa una gelatina fatta con 1 cucchiaio di succo di limone, 1 cucchiaio di zucchero di canna 1 cucchiaio scarso di maizena e 1 un bicchiere di acqua.
Mettiamo tutto a freddo in un pentolino, mescoliamo bene con una frusta per eliminare tutti i grumi, accendiamo il fuoco al minimo e portiamo a bollore. Facciamo intiepidire leggermente la nostra gelatina e spennelliamola sul Babka!
Si conserva chiuso in un contenitore fino a 5 giorni sempre bello morbido e soffice.

Ingredienti

BABKA Ingredienti:
Per l'impasto:
 200 g di farina tipo 0/1
 120 g di latte vegetale
 55 g di zucchero integrale di canna
 40 g di lievito madre rinfrescato/2 g di lievito di birra
 40 g di latte di soia
 30 g burro di soia/margarina vegetale/20 g di olio di oliva
 5 g di sale
 4 cucchiai di yogurt di soia
 1/2 bacca di vaniglia (semi)
Per il ripieno
 3 cucchiai di gocce di cioccolato fondente
 3 cucchiai di noci pecan
 1 cucchiaio di margarina/burro di soia
 1 cucchiaio di zucchero di canna
 cannella a piacere

Indicazioni

BABKA Procedimento:
1

Iniziamo preparando il nostro lievitino: in una ciotolina mescoliamo 50 g di acqua minerale e 50 g di farina e i 2 grammi di lievito, copriamo e lasciamo raddoppiare di volume (circa 2 ore)
Se invece vogliamo procedere con il nostro lievito madre rinfreschiamolo: dovrà essere utilizzato al raddoppio/collasso.
 

2

Una volta pronto il lievito madre/lievitino setacciamo la farina nella planetaria o in una ciotola (se impastiamo a mano), uniamo lo zucchero, il lievito madre/lievitino, il latte vegetale e impastiamo fino ad ottenere un composto omogeneo, a questo punto iniziamo a inserire anche yogurt e il burro vegetale (poco alla volta). Quando sarà ben incorporato anche quest'ultimo uniamo anche vaniglia e sale.
Portiamo quindi a incordatura.
 

3

Una volta che l'impasto sarà incordato, versiamolo sulla spianatoia, formiamo una palla con le mani (pirlatura), mettiamolo in un contenitore leggermente unto e lasciamo lievitare l'impasto del nostro Babka fino al raddoppio di volume (circa 4 ore).
 

4

Una volta raddoppiato di volume, ribaltiamo l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e stendiamolo con le mani a forma rettangolare.
 

5

Spalmiamo quindi il Babka con margarina vegetale, cospargiamo con le noci pecan tagliate a coltello, le gocce di cioccolato fondente, lo zucchero di canna e spolveriamo leggermente di cannella (se ci piace).
 

6

Arrotoliamo quindi il nostro Babka proprio come se fosse un "rotolo", nel senso della lunghezza, senza stringerlo troppo.
 

7

Ora con un coltello a lama seghettata, tagliamo a metà il rotolo (sempre nel senso della lunghezza), lasciandone un'estremità unita per circa 4 centimetri.
Intrecciamo fra loro le due estremità ottenute.
 

8

Foderiamo uno stampo da plumcake con carta da forno e poniamo all'interno il Babka, copriamolo con pellicola (o un sacchetto per alimenti) e facciamolo nuovamente raddoppiare di volume.
 

9

Quando il nostro Babka sarà quasi raddoppiato di volume anche nella forma, preriscaldiamo il forno in modalità statica a 180°.
 

10

Raggiunta la temperatura del forno, spennelliamo il nostro Babka con un pochino di latte vegetale.
 

11

Inforniamo e cuociamo per 30 minuti, fino a doratura.
 

12

Sforniamo, facciamo raffreddare il Babka su una gratella.
Ti invito a dare un'occhiata anche a un altro dei miei lievitati dolci: Il Buchteln, sono sicura che ti piacerà!
 

BABKA Consiglio:
13

Se vogliamo una brioche bella lucida come quella in foto, ci basterà preparare in casa una gelatina fatta con 1 cucchiaio di succo di limone, 1 cucchiaio di zucchero di canna 1 cucchiaio scarso di maizena e 1 un bicchiere di acqua.
Mettiamo tutto a freddo in un pentolino, mescoliamo bene con una frusta per eliminare tutti i grumi, accendiamo il fuoco al minimo e portiamo a bollore. Facciamo intiepidire leggermente la nostra gelatina e spennelliamola sul Babka!
Si conserva chiuso in un contenitore fino a 5 giorni sempre bello morbido e soffice.

Babka (treccia Russa)

Se provi le mie ricette non dimenticarti di scrivermi la tua opinione e mandarmi le tue foto che ricondividerò sulla mia pagina Instagram e Facebook!

2 Commenti

  1. Arizona Balan 26 Dicembre 2019 alle 20:45

    il tuo dolce si cheama COZONAC e una ricetta Rumena – lo fanno anche in Bulgaria, magari oggi anche in altri paesi del est…ma il dolce ha origini Rumene…diciamo che e il nostro panettone di natale-pascqua….e strabonissimo…

    RISPONDI
    1. Franca 28 Dicembre 2019 alle 10:19

      Ciao Arizona! si ha tanti nomi in effetti… ed è strabuono cara!

      RISPONDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *