Taralli Napoletani all’olio di Oliva

Appena tornata dal nostro mini viaggetto, non ho perso tempo e ho iniziato subito a sperimentare la ricetta dei meravigliosi Taralli Napoletani all’olio di oliva!
Napoli, la sua gente, il mare, ‘o Vesuvio, la pizza Napoletana, musei e monumenti mi hanno rubato il cuore. 
Mi sono goduta tutto di te, assaporandoti da cima a fondo, visitando i sotterranei e ogni quartiere. Ascoltando ammutolita racconti, leggende e la tua affascinante storia, narratami a lume di candela nei cunicoli delle catacombe
Ti ho vista dall’alto, al tramonto, dalla fantastica prospettiva di castel S. Elmo. Ammirando il tuo golfo magnifico e e tutta la città ai piedi del Vesuvio.
Al Museo di Capodimonte, ascoltando musica classica, ho visto dal vivo i più bei quadri del mondo e moltissimi ti ritraevano.
Ho ascoltato artisti neomelodici improvvisare canti alle finestre, canti che parlavano di amore, di gente, di tradizioni e di te… cara Napoli.
Ho imparato una cosa importantissima, fondamentale. Quando a Napoli ti chiedono: ” Signo’, o vuole nu cafè?”, impari che qui, non si accetta un NO come risposta. E improvvisamente ti rendi conto che quello non è altro che un modo diverso per dire: ” sono qui, come posso prendermi cura di te?”
Non mi sono mai sentita un peso quando chiedevo un’alternativa vegetale, ma sempre accolta con un dolce e lungimirante sorriso!
Passeggiando per i tuoi decumani, mi sono lasciata trasportare dai colori, dal folklore, dal vociare di antichi artigiani e commercianti. Dal profumo dei cibi di strada, come i taralli Napoletani… che con una birra ghiacciata sono una vera e propria istituzione!
Allora coraggio, prepariamoli insieme per portare un po’ di Napoli, anche a casa nostra! … E se dopo i taralli ancora non l’avrai assaporata a sufficienza prova anche la mia Pizza Napoletana !

DifficoltàMedia

Le origini dei taralli napoletani risalgono al lontano '700. I fornai dell’epoca, fedeli al principio del non buttare nulla, avrebbero creato i taralli dagli avanzi dell’impasto del pane aggiungendo, strutto e pepe. Crearono il pane dei poveri, saziante ed economico. Dall' ’800, ai classici taralli “nzogna e pepe”, si è aggiunta la mandorla.
A far divenire celebri i taralli napoletani ci ha pensato anche Pino Daniele, con la sua canzone "Fortunato", dedicata a Fortunato Bisaccia "Il tarallaro".
A Napoli i taralli ‘nzogna e pepe accompagnati da una buona birra fresca sono qualcosa di (quasi) sacro. Dopo aver provato capirete il perché!

Dosi per:30 porzioni
Preparazione4 oreCottura35 minutiTempo totale4 ore 35 minuti
TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Ingredienti:
 500 g di farina di farro
 250 g di acqua
 180 g di mandorle tritate (più 90 intere per la decorazione)
 180 g di olio evo
 150 g di lievito madre (io licoli) oppure lievitino con 3g di lievito di birra
 16 g di sale fino
 5 g di pepe macinato
TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Procedimento:
1

Se vogliamo preparare i taralli Napoletani con lievito madre, rinfreschiamolo e attendiamone il raddoppio.
Altrimenti, se vogliamo utilizzare il lievito di birra, facciamo un poolish con 3 g di lievito di birra secco, 70 g di acqua e 70 g di farina. Mescoliamo per bene e facciamo raddoppiare.
 

2

Una volta pronto, sciogliamo il lievito nell'acqua, setacciamo all'interno la farina e aggiungiamo piano piano l'olio.
Quando sarà assorbito aggiungiamo le mandorle tritate finemente, pepe macinato e per ultimo il sale.
 

3

Ribaltiamo l'impasto dei taralli pugliesi sul piano di lavoro, con le mani formiamo una palla e poniamo a lievitare fino quasi al raddoppio, per 3 ore circa, coperto.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

4

Terminato il tempo di lievitazione, sgonfiamo l'impasto e dividiamolo in tante palline da 25 g.
Lasciamo distendere la maglia glutinica per 20 Minuti.
 

5

A questo punto ricaviamo, stirandoli con le mani, dei salsicciotti, uniamo un estremità e intrecciamole tra loro.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

6

Accavalliamo le estremità finali e creiamo la tipica coroncina del tarallo. Ora bagniamo leggermente le mandorle e disponiamole nelle scanalature, come in foto.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

7

Disponiamo su teglia da forno e facciamo lievitare ancora per 30 Minuti.
 

8

Nel frattempo preriscaldiamo il forno, statico, a 230° e una volta raggiunta la temperatura, cuociamo i nostri taralli per 30 Minuti.
 

9

Sforniamo, facciamo raffreddare completamente su una gratella per tutta la notte, o almeno 4 ore.
Poi biscottiamo i taralli napoletani a 160° e sforniamoli quando saranno belli dorati, asciutti e croccanti.
 

10

Ti consiglio di non perderti neppure i miei Cracker al farro con semi di sesamo
 

TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Consiglio:
11

Il segreto per ottenere dei taralli napoletani all'olio di oliva, belli friabili e croccanti è la biscottatura, vi consiglio pertanto di non omettere questo passaggio! Devono asciugare per bene, ma non troppo a lungo, per non rischiare di diventare duri.
Si conservano friabili per diverso tempo (anche 1 mese) in una scatola di latta.

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

Ingredienti

TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Ingredienti:
 500 g di farina di farro
 250 g di acqua
 180 g di mandorle tritate (più 90 intere per la decorazione)
 180 g di olio evo
 150 g di lievito madre (io licoli) oppure lievitino con 3g di lievito di birra
 16 g di sale fino
 5 g di pepe macinato

Indicazioni

TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Procedimento:
1

Se vogliamo preparare i taralli Napoletani con lievito madre, rinfreschiamolo e attendiamone il raddoppio.
Altrimenti, se vogliamo utilizzare il lievito di birra, facciamo un poolish con 3 g di lievito di birra secco, 70 g di acqua e 70 g di farina. Mescoliamo per bene e facciamo raddoppiare.
 

2

Una volta pronto, sciogliamo il lievito nell'acqua, setacciamo all'interno la farina e aggiungiamo piano piano l'olio.
Quando sarà assorbito aggiungiamo le mandorle tritate finemente, pepe macinato e per ultimo il sale.
 

3

Ribaltiamo l'impasto dei taralli pugliesi sul piano di lavoro, con le mani formiamo una palla e poniamo a lievitare fino quasi al raddoppio, per 3 ore circa, coperto.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

4

Terminato il tempo di lievitazione, sgonfiamo l'impasto e dividiamolo in tante palline da 25 g.
Lasciamo distendere la maglia glutinica per 20 Minuti.
 

5

A questo punto ricaviamo, stirandoli con le mani, dei salsicciotti, uniamo un estremità e intrecciamole tra loro.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

6

Accavalliamo le estremità finali e creiamo la tipica coroncina del tarallo. Ora bagniamo leggermente le mandorle e disponiamole nelle scanalature, come in foto.
 

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

7

Disponiamo su teglia da forno e facciamo lievitare ancora per 30 Minuti.
 

8

Nel frattempo preriscaldiamo il forno, statico, a 230° e una volta raggiunta la temperatura, cuociamo i nostri taralli per 30 Minuti.
 

9

Sforniamo, facciamo raffreddare completamente su una gratella per tutta la notte, o almeno 4 ore.
Poi biscottiamo i taralli napoletani a 160° e sforniamoli quando saranno belli dorati, asciutti e croccanti.
 

10

Ti consiglio di non perderti neppure i miei Cracker al farro con semi di sesamo
 

TARALLI NAPOLETANI ALL'OLIO DI OLIVA Consiglio:
11

Il segreto per ottenere dei taralli napoletani all'olio di oliva, belli friabili e croccanti è la biscottatura, vi consiglio pertanto di non omettere questo passaggio! Devono asciugare per bene, ma non troppo a lungo, per non rischiare di diventare duri.
Si conservano friabili per diverso tempo (anche 1 mese) in una scatola di latta.

questa immagine rappresenta taralli napoletani all'olio di oliva ricetta di pasticciandoconlafranca

Taralli Napoletani all’olio di Oliva

Se provi le mie ricette non dimenticarti di scrivermi la tua opinione e mandarmi le tue foto che ricondividerò sulla mia pagina Instagram e Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *